Wine Show, il vino come non lo avete mai visto

 

Anche nell’edizione 2018 Wine Show sposa l’innovazione con l’evoluzione del progetto “Il vino come non lo avete mai visto”, realizzato grazie alla partnership con la multinazionale Engineering Ingegneria Informatica e sperimentato con successo lo scorso anno. Si tratta di una singolare degustazione nella quale i visitatori, muniti di visori per la realtà virtuale, grazie all’app “Virtual Taste” saranno catapultati nella cantina e tra i filari dei vigneti che hanno prodotto il vino che stanno bevendo in una suggestiva e coinvolgente esperienza immersiva a 360 gradi che abbinerà le sensazioni della vista a quelle del gusto e dell’olfatto.

Il vino è presente nella vita dei nostri popoli da millenni e il suo legame con l’uomo tocca molti aspetti: dalla tecnica della coltura delle viti, alla lavorazione delle uve fino al vero e proprio rito della degustazione. Mondi e prodotti molto fisici, che richiedono un contatto diretto per intervenire con un tocco, per assaporare con i sensi. Eppure, è proprio l’evoluzione digitale che oggi permette di arricchire questo mondo amplificando l’esperienza dei sensi.

Al Vinitaly 2018 – presso lo stand della Regione Umbria – Engineering, società leader nella trasformazione digitale, e Wine Show hanno presenta in anteprima l’app Virtual Taste, sviluppata con il preciso obiettivo di accompagnare ogni singola bottiglia con tutta la storia che la rende ciò che è, aumentando e arricchendo l’esperienza della degustazione sensoriale.

Partendo dal valore che la conoscenza dei vigneti, delle cantine e dei rituali che accompagnano la produzione offre nell’apprezzamento di questo particolarissimo prodotto, l’app Virtual Taste di Engineering punta ad accompagnare il consumatore in questo percorso. L’app è accessibile tramite un visore 3D – nello specifico Samsung Gear VR –  che permette di visualizzare video immersivi a 360° per esplorare i territori e le cantine di provenienza del vino. Indossando gli smart glasses, è possibile selezionare i diversi ambienti e accedere per ciascuna etichetta a diversi video che, semplicemente ruotando e muovendo la testa, offrono una scoperta a 360° del mondo che vi ruota attorno. E’ così che la tecnologia accresce la conoscenza sensoriale, arricchendo di conoscenza e sensazioni la degustazione del vino svelando la storia e i segreti dei suoi luoghi e protagonisti.