Le Sedi

PALAZZO DEL POPOLO – SALA DELLE PIETRE

La Sala delle Pietre è situata al primo piano del Palazzo del Popolo, uno degli edifici medievali più antichi della città di Todi, che insieme al Palazzo del Capitano si affaccia sulla Piazza del Popolo. L’edificio ancora oggi ospita in parte gli uffici comunali e, all’ultimo piano, una parte degli ambienti del Museo Pinacoteca. La grande sala era destinata in origine alle adunanze del Consiglio Generale o del Popolo, ed è ora un grande spazio espositivo che ospita mostre d’arte ed eventi culturali.

PALAZZO DEL CAPITANO – SALA DEL CONSIGLIO

Il Palazzo del Capitano, realizzato in stile gotico italiano, venne costruito nel 1293 e fu chiamato “palazzo nuovo del Comune” per contraddistinguerlo dall’adiacente Palazzo del Popolo. La scala d’accesso dalla piazza è in comune con quella di Palazzo del Popolo e in cima ad essa, a sinistra, si accede alla Sala del Capitano del Popolo, con importanti avanzi di affreschi del XIII e XIV secolo. Oggi la sala ospita generalmente le sedute del consiglio comunale ma anche iniziative ed eventi culturali.

NIDO DELL’AQUILA – MONASTERO DELLE LUCREZIE

Secondo un’antica leggenda Todi fu fondata nel 2707 a.C. dalla tribù dei Veii-Umbri, stabilitasi lungo le rive del Tevere per costruire, in pianura, un nuovo villaggio. Un giorno, mentre gli uomini erano intenti a consumare il loro pasto, un’aquila scese rapidamente dal cielo e, afferrata la tovaglia, la depositò in cima al colle che sorgeva alle loro spalle. L’apparizione dell’aquila fu letta come un
segnale divino: Tudero, a capo della spedizione, condusse i suoi uomini in cima al colle e in breve tempo furono costruite le mura della città. Il luogo esatto in cui fu tracciato il primo solco è indicato dalla tradizione nell’attuale rione che si stende alle spalle del Duomo, non a caso denominato Nidola o Nido dell’Aquila, poiché qui la mitologica aquila avrebbe costruito il proprio nido. Qui si trova il monastero di San Giovanni Battista, meglio conosciuto dai cittadini tuderti come Monastero delle Lucrezie in onore della nobile anconetana Lucrezia della Genga che ospita il Museo Lapidario della città. Dal chiostro del monastero è possibile godere di uno dei più suggestivi scorci panoramici dell’Umbria sul convento di Montesanto e sulla Media Valle del Tevere.

TEATRO COMUNALE – SALA DEL RIDOTTO

Progettato nel 1872 dall’architetto Carlo Gatteschi, il Teatro comunale di Todi dispone di 499 posti a sedere ed è costituito da quattro ordini di palchi. Il sipario, che rappresenta l’arrivo di Ludovico Ariosto a Todi nel 1531, è opera di Annibale Brugnoli, artista perugino di grande fama, noto per lavori di prestigio, tra i quali la decorazione del soffitto del Teatro Costanzi di Roma, oggi Teatro dell’Opera. L’ampia platea di forma ovoidale è un tipico gioiello dell’architettura del Novecento.